I relatori

Una nutrita serie di relatori di eccezione indirizzerà la discussione sull’esposizione dell’immagine in movimento da diverse prospettive.

La mattinata di giovedì 21 marzo verrà aperta da Yasco Horsman, docente di film e letteratura all’Università di Leiden: ha ottenuto un dottorato in letterature comparate all’università di Yale. Con Pepita Hesselberth organizza mensilmente NICA Lectures, una serie di incontri all’Università di Leiden in Media Art Politics. Al momento sta lavorando sulla genealogia dei “funny animal”, figure antropomorfiche presenti nel campo dell’animazione dai suoi esordi, studio di cui presenterà una parte al FilmForum.


La giornata successiva, venerdì 22 marzo vedrà protagonista Julia Noordegraaf. Docente dal 2012 di Digital Heritage all’Università di Amsterdam presso il dipartimenti di studi umanistici. Consegue nel 2004 il dottorato di ricerca alla Erasmus University di Rotterdam. Nel 2010 ha lavorato presso il Netherlands Institute for Advanced Study (NIAS) ed è membro di diverse istituzioni, come l'European Association for Digital Humanities e il Netherlands Research School for Media Studies. I suoi interessi di ricerca vertono sugli studi audiovisivi, media art, digitalizzazione del patrimonio culturale, digital humanities e storia e teoria del museo. Al FilmForum introdurrà CLARIAH, un progetto di ricerca che lavora con le collezioni degli archivi audiovisivi e i relativi strumenti.


Sabato 23 Marzo nella sessione plenaria interverrà Wolfgang Ernst, docente di teorie dei media alla Humboldt University di Berlino. Dopo aver studiato storia, filologia latina e archeologia classica, ottiene il dottorato con una tesi sullo storicismo e museologia delle infrastrutture tecniche e simboliche della memoria nazionale. Ha insegnato in diverse e prestigiose università: Kassel, Leipzig, Cologne, Weimar, Bochum, Paderborn. Le sue ricerche si concentrano sull’archeologia dei media, tecniche di archiviazione, tecnologia della trasmissione culturale, estetica dei media micro-temporali, epistemologia e analisi del suono.


Primo ospite della Sring School sarà Geoff Brown, storico del cinema, critico di musica classica ed ex critico cinematografico per The Times, è stato Capo Ricercatore del progetto British Silent Cinema e Transition to Sound, 1927-1933, finanziato da AHRC, ed è Ricercatore al Centro di ricerca sulla storia del cinema e della televisione della De Montfort University. Al pubblico della Spring School di Gorizia offrirà un ragionamento intorno all’uso della musica e delle canzoni nei primi film parlati della storia del cinema. Inoltre la sera del 24 Marzo al Kinemax di Gorizia, insieme a Hans-Michael Bock dell’Associazione CineGraph di Amburgo, introdurrà la proiezione del film Der unsterbliche Lump di Gustav Ucicky.

 


Sempre durante la giornata di lunedì 25 Marzo, seguirà la relazoione di Alan McKee: laureato con un dottorato di ricerca presso l’Università di Glasgow nel 1966, il Professor Alan McKee attualmente è vicedirettore (Ricerca e Sviluppo) della facoltà di Arti e Scienze Sociali della UTS - University of Technology di Sydney. Esperto delle relazioni tra media, pornografia e condotte sessuali, ha pubblicato studi su uno sviluppo sessuale sano, sugli effetti della pornografia sui giovani e sull'educazione all'intrattenimento per una sessualità sana in riviste come gli Archives of Sexual Behavior, l’International Journal of Sexual Health, il Journal of Sex Research and Sex Education.


Surowiec_Catherine_photo.jpgMartedì 26 Marzo la Spring School ospiterà Catherine Surowiec, storica, ricercatrice ed editor indipendente. Precedentemente ha collaborato con l'archivio cinematografico del Museum of Modern Art, New York, ora vive a Londra, dove ha lavorato su numerosi progetti freelance per il British Film Institute. Dal 2000 cura il catalogo del festival delle Giornate del Cinema Muto (Pordenone) dal 2000, e nel 2011 è diventata redattore del Journal of Film Preservation della FIAF. Al FilmForum 2019 parteciperà ad entrambi gli appuntamenti pomeridiani della sezione Film and Media Heritage, in particolare con un suo intervento sulle figure dei direttori artistici nel cinema durante la Repubblica di Weimar.

 

 

  • carbone.jpeg

  • paini.jpeg

  • cartwright.jpeg

  • klapdor.jpeg

  • schaefer.jpeg

  • toschi.jpeg

  • Horsman

  • Nordegraaf

  • Ernst

  • McKee